Quel “sinistro” pregiudizio sui docenti italiani

Franco De Anna, che considero un mio maestro, ha scritto – parafrasando Lutero – che “schola semper reformanda est”. La scuola deve ripensare continuamente se stessa per restare fedele alla propria “missione” e per rispondere meglio ai mutamenti in atto. Ma – aggiungo io – deve cambiare anche perché ha perso ruolo e funzione: è poco riconosciuta socialmente e non raggiunge gli scopi che le sono assegnati.

Continua su qdR

N.B.: vi garantisco che l’ho scritto senza aver visto il video di Renzi sulla scuola.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...