Governo

Quale governo in un paese senza leadership?

La difficoltà della fase politica che stiamo vivendo è figlia di un risultato elettorale che è particolarmente drammatico perché il nostro è un paese attraversato diverse crisi. La crisi economica, pervasiva e apparentemente senza fine, la crisi di autorevolezza di tutte le classi dirigenti, la crisi delle istituzioni. Poiché si tratta di un’insufficienza strutturale, riuscire a porvi rimedio non sarà facile né scontato e richiederà tempi lunghi.

continua a leggere su qdR

Si dia fiducia a questo Parlamento

Per la nascita di un governo non potrà funzionare come per le presidenze delle due camere. Per la differenza che passa tra un organo politico e uno istituzionale, ma anche per una ragione più prosaica: il voto per le presidenze era segreto, mentre la fiducia sarà data con voto palese. Inutile quindi sperare che “casi di coscienza” dei singoli possano rappresentare una soluzione del rompicapo.

Il mio primo “discorso” nell’acropoli di Atene continua su Ateniesi.it

Caro @francescocosta…

Caro Francesco, amico mio.

Tutto giusto quelo che scrivi sulla dissonanza cognitiva del PD, ma secondo me trascuri due elementi (in parte interconnessi tra loro). Il fatto di trascurarli peraltro giustifica ai miei occhi anche il tuo perorare una causa (il GoVerno a 5 stelle) che significherebbe la fine di ogni prospettiva liberaldemocratica in questo paese, prospettiva che so essere a te cara.

(altro…)

testata-corriere

L’intervista di Cazzullo a Bersani

Oggi il Corsera pubblica un’intervista di Aldo Cazzullo a Pierluigi Bersani. Per chi lo ha ascoltato nell’ultimo periodo, nessuna particolare novità, a parte una dichiarazione molto allarmante, sulla quale torno in un altro post . Qui commenterò le parti più politiche dell’intervista.

(altro…)