Precariato. Problemi e possibili soluzioni

Ho sviluppato per il numero 168 di Scuola 7 il ragionamento che avevo abbozzato qui. Periodicamente qualche giornale ci parla del precariato scolastico. Fateci caso, chi ne parla di solito lo fa con uno di questi due obiettivi: mettere in difficoltà il governo pro tempore oppure preparare l’ennesima sanatoria. Tutto legittimo, ovviamente, ma non aiuta a risolvere il … Continua a leggere Precariato. Problemi e possibili soluzioni

La scuola italiana è ancora di classe

Intervento pubblicato su Italia Oggi del 21 gennaio 2019 Il nuovo caso di presunta "malascuola" riguarda un comprensivo di Roma che sul proprio sito ha descritto la composizione socio-economica dei plessi usando una terminologia non sempre appropriata ed evidenziando quali fossero quelli con "alunni appartenenti a famiglie del ceto medio-alto", quelli con "il maggior numero … Continua a leggere La scuola italiana è ancora di classe

Supplenze sul sostegno: tre soluzioni per tre problemi

Su Repubblica oggi si dà meritoriamente evidenza ad uno dei problemi cronici connesso al precariato che io chiamo "patologico" (per distinguerlo da quello "fisiologico", che non può essere cancellato, se non rimuovendo difetti strutturali del sistema di reclutamento). Mi riferisco alle supplenze nel sostegno, che avrebbero raggiunto il 49% del totale, con punte vicine al … Continua a leggere Supplenze sul sostegno: tre soluzioni per tre problemi

OCSE PISA conferma: l’emergenza della scuola è nelle diseguaglianze che non appiana

Un mio intervento per Il Sussidiario. La Camera ha approvato il 3 dicembre scorso la legge di conversione del cosiddetto decreto scuola. Nelle stesse ore veniva presentato il rapporto Ocse-Pisa sugli apprendimenti dei quindicenni nei paesi dell’area Ocse. Questa coincidenza temporale ha messo ancor più in evidenza come il dibattito pubblico sulla scuola sia abbastanza … Continua a leggere OCSE PISA conferma: l’emergenza della scuola è nelle diseguaglianze che non appiana

La guerra è finita: perché la memoria è ancora divisa? Una riflessione a 50 anni da Piazza Fontana

Ho scritto una riflessione per Il Sussidiario addentrandomi in un campo non mio. Mi scuso se lo troverete ingenuo o impreciso, ma sentivo il bisogno di fissare una preoccupazione. Se avrete la pazienza di leggerlo, mi interessano i vostri commenti. Tra un paio di mesi saranno passati 50 anni dalla strage di Piazza Fontana e … Continua a leggere La guerra è finita: perché la memoria è ancora divisa? Una riflessione a 50 anni da Piazza Fontana