E poi dicono che la politica non serve a nulla

Ho dato conto qui di una mia piccolissima denuncia della scelta scellerata di Milano Ristorazione di non garantire la mensa alle scuole che decidono di restare aperte durante le ferie natalizie. Sul blog l’ho fatto in modo scherzoso e prendendomi un po’ in giro, ma era una cosa – nel suo piccolo – importante. Importante perché non è giusto che la mensa non venga garantita e importante perché – come ho già detto – quella delle scuole aperte è stata (con Boeri) e sarà (con Pisapia) una battaglia qualificante del centrosinistra milanese e del Pd, anche nazionale (l’idea nasce su impulso dell’ex Ministro, oggi deputato europeo, Luigi Berlinguer).

Il giorno successivo la cosa è stata ripresa anche dal Corriere e dalla Stampa (pagine nazionali) e a quel punto in Assessorato si sono svegliati, emanando un comunicato che tra le altre cose dice:

L’ Assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali del Comune di Milano Mariolina Moioli ha già verificato che per tutti gli istituti che ne hanno fatto richiesta e che lo faranno nei prossimi giorni vengano garantite le condizioni di idoneità all’accoglienza dei bambini, dal riscaldamento degli ambienti alla copertura dei pasti. E, nello specifico, l’assessore Moioli rassicura tutte le famiglie: Milano Ristorazione si è già attivata per verificare quanti saranno i pasti da fornire, dove  dovranno essere  consegnati e in quali i giorni. “Come negli anni passati –  ha sottolineato l’assessore Moioli –  anche quest’anno  sosterremo i genitori che lavorano”.

Certo, Moioli si ascrive il merito di una iniziativa che non le appartiene, mancando così di rispetto alle autonomie scolastiche  che hanno progettato l’intervento. Moioli fa perfino finta di non sapere che si dovuta attivare perfino la presidentessa della Commissione Istruzione del Comune (Bianchi Bonomi, Pdl), che ha scritto una lettera al Presidente di Milano Ristorazione assieme al consigliere Pd David Gentili. Ma non serve farsi il sangue amaro: oggi è un bel giorno perché grazie ad una piccola denuncia centinaia di bambini potranno mangiare a scuola un pasto caldo evitando loro di doversi portare il panino da casa o alle loro famiglie di pagare per un servizio che hanno già pagato.

Resta il fatto che la comunicazione dalle scuole alle famiglie è stata fatta ipotizzando un costo anche per la mensa e che il non volersi accollare quel costo può aver scoraggiato alcuni dall’aderire ad una iniziativa meritoria. Resta quindi il nostro impegno per far diventare le scuole aperte tutti i giorni, tutto il giorno un punto qualificante della proposta del centrosinistra per Milano. Non ci interesseranno comunicati spot che cercano di correre ai ripari per le colpevoli disattenzioni di questa amministrazione. Ci interesserà invece sostenere anche economicamente le buone pratiche che le scuole milanesi autonomamente hanno attivato fino ad oggi nell’idifferenza dell’Amministrazione e in ristrettezza di risorse.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...