Negozi aperti il Primo Maggio: ideologia o buon senso?

Due città più di altre sono state protagoniste delle polemiche sull’apertura dei negozi che hanno preceduto il Primo Maggio. A Firenze il Sindaco ha concesso la deroga e la Camusso lo ha accusato di essere solo un politico in cerca di visibilità, mentre a Milano l’Assessore Terzi, non si sa se nella sua veste istituzionale o in quella di candidato consigliere comunale, ha emato un provvedimento analogo, ma accompagnandolo da accuse preventive alla sinistra e alla Cgil, colpevoli a suo avviso – senza che ancora si fossero espresse – di seguire uno “stantio, e un po’ ammuffito, richiamo ideologico superato dalla realtà”, nonché – maliziosamente – ipotizzando che anche su questo Cisl e Uil avrebbero avuto un atteggiamento differente e più “moderno”.

Continua sul nuovo numero di qdR Magazine
Annunci

One comment

  1. cmq scegliere una frase di De Maistre per il nuovo numero di Qdr è una bella prova di ironia e senso del paradosso…;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...