links for 2011-06-19

Annunci

5 comments

  1. Leggo nel link sulla valutazione in Germania che “Il metodo di valutazione è contraddistinto dal fatto che non contempla nessun test, ma si appoggia su un ventaglio di metodi, ben sei approcci valutativi diversi, che insieme servono a rendere le informazioni raccolte le più attendibili possibili.”

    “nessun test”

    1. Sara’ certamente per questo che li’ gli insegnanti si lasciano valutare :-)

      Se leggi i miei post sulla valutazione vedrai che non ho mai fatto dei test un feticcio.

      I test in germania comunque si fanno; solo che non rientrano nei compiti delle regioni

  2. Lo so che non sei un talebano dei test. E non voglio nemmeno essere un talebano del “mai un test”. Volevo sottolineare che una valutazione seria richiede ben altro. Ad esempio è necessario che ogni scuola discuta dei suoi obiettivi, il merito vero è nella differenza tra ingresso e uscita.
    Non sottovaluto il pregiudizio di chi dev’essere valutato. Però il discorso in Germania è oggettivamente più serio (da come lo racconta quel blog, faccio l’ipotesi sia vero, non ho modo e tempo di verificare).

  3. Mi sembra che ci sia un fraintendimento di fondo, che è assai comune. I test INVALSI non valutano le scuole, bensì misurano (la differenza è apprezzabile) determinate competenze degli studenti.

    Non valutano, né si propongono di farlo, le scuole o gli insegnanti, anche se il dato si presta ad aiutare a comporre il quadro generale di una scuola (ma in nessun modo da solo).

    Come va uno studente a scuola non corrisponde ipso facto a com’è una scuola od un insegnante.
    1) Perché lo studente ci deve mettere del suo, mica fa tutto l’insegnante.
    2)Perché ci sono i famosi contesti, le situazioni, i mezzi a disposizione, ecc. ecc.

    Aggiungo (avrei tanto da dire, ma non voglio essere logorroico): i prof. di italiani si lamentano, e a ragione, che la scuola è burocratizzata, sottofinanziata, priva di strutture, mal governata, abbandonata…ma se i test dicono che i risultati sono bassi, si arrabbiano, laddove dovrebbero provare (amara) soddisfazione per una tale conferma empirica.

    Cfr. da ultimo Cipollone su La Voce: http://www.lavoce.info/articoli/-scuola_universita/pagina1002355.html e http://www.lavoce.info/articoli/-scuola_universita/pagina1002356.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...