Le bugie vengono al pettine

Quando Tremonti imtrodusse lo scudo fiscale ci fu una lunga discussione su quale fosse la giusta penale da far pagare a chi scudava i propri fondi illecitamente portati all’estero. Si decise per il 5%, spiegnado – di fronte alle proteste dell’opposizione – che il 15-20% applicato da altre nazioni per noi non andava bene: avrebbe ridotto il gettito o comunque la quantità di denaro riportata in Italia.

Oggi corriere.it ci informa che:

I tecnici di via XX settembre starebbero pensando a un nuovo scudo fiscale, per far rientrare i capitali rimasti all’estero, con una penale però superiore a quella del 5% inserita nel condono precedente, del 2009.

Se consideriamo la penale il prezzo che l’evasore paga per comprare la protezione per il frutto del proprio reato, cosa dovrebbe indurlo a comprare oggi questa immunità ad un prezzo maggiore di quello di ieri se quest’ultimo era quello “congruo”? Da questa nuova iniziativa tremontiana deduciamo quindi che in Via XX Settembre pensano che il 5% fosse effettivamente un prezzo troppo basso, dato che esiste qualcuno che è pronto a scudare spendendo anche di più.

Se vogliamo trovare degli aspetti positivi in questa crisi, uno è certamente che un po’ alla volta tutte le bugie e le invenzioni della propaganda berlusconiana si stanno manifestando per quello che erano: bugie ed invenzioni.

Annunci

4 comments

  1. Nessuna bugia: se il primo scudo fiscale ebbe un’imposta del 2.5%, il secondo al 5%, un eventuale terzo avrà un’imposta crescente. La ratio è quella di dire ai potenziali beneficiari “più aspettate, più vi costerà”. Se invece mantenesse l’imposta al 5%, chi ha capitali all’estero potrebbe aspettare un quarto o un quinto scudo nei prossimi anni invece di farli rientrare ora.

    Che lo scudo fiscale piaccia o meno, una cosa è oggettivamente vera: sono soldi “gratis”, cioè introiti per l’erario che non derivano da nuove imposte o aumenti di esse.

    Il problema dell’eventuale terzo scudo è che -temo- questa volta sia destinato a fallire: non tanto per la crescente imposta, quanto perché il PD ha irresponsabilmente detto che vorrebbe aumentare ex post l’imposta sul secondo scudo (e magari conoscere i nomi di chi ne ha beneficiato): così facendo ha spaventato chi questa volta avrebbe voluto usufruirne.

    1. l’insistenza con cui li difendi è commovente. così come il tentativo di rivoltare la frittata sul pd.

      se fosse come dici vorrebe dire che fin dall’inizio era previsto che ci sarebbe stato un altro scudo. peccato però che tremonti abbia giurato e spergiurato che quello era l’ultimo. eventualmente la bugia sarebbe questa

  2. Sulla “frittata”:

    1. immagina di avere un’ingente somma nascosta in Svizzera. Tu adesso, con l’aria che tira in Italia, la faresti rientrare?

    2. ora immagina di avere ingenti introiti e di avere la possibilità di nasconderli in Svizzera, nonché di essere disposto a evadere il fisco. Credi che i tuoi soldi, con l’aria che tira in Italia, sarebbero più al sicuro in Svizzera o in Italia?

    Occorre che capiate che sul problema dei capitali occultati all’estero il coltello dalla parte del manico non ce l’ha lo stato italiano, che può solo fare buon viso a cattivo gioco, ma chi ha i soldi. Che può tranquillamente decidere di continuare a tenerli là.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...