Un primo commento su cosa (forse) accade tra i giovani del Pd

Ottobre 2011 poteva essere ricordato come il mese nel quale i perpetui furono mandati in pensione. Il mese nel quale i trenta-quarantenni del Pd si sono decisi a uccidere i loro padri, o rottamarli se preferite. L’imperfetto è d’obbligo perché i cinquanta-sessantenni del Pd sembrano più duri a “morire” del settantenne Presidente del Consiglio. L’imperfetto è d’obbligo anche perché i primi due appuntamenti si sono svolti con pochi guizzi e il terzo è in realtà quello vissuto dal corpaccione democratico come altro da sé.

continua su iMille
Annunci