La malattia è mia e me la gestisco io

Luigi Marattin ha dimenticato un caso nel suo bell’articolo. Quello di Damiano, operaio antagonista. La vicenda destò un certo scalpore all’epoca dei fatti: uno dei contestatori di Bonanni alla Festa Nazionale de l’Unità mentre stava in piazza era assente dal lavoro perché in malattia. L’azienda lo licenziò e ieri un giudice del lavoro ha deciso per il reintegro ai sensi dell’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, accogliendo evidentemente la tesi della difesa.

continua su iMille
Annunci