Io #votomatteo ma la cosa importante è un’altra

Domenica 25 sarà una grande festa.

Per il Partito Democratico, che celebra assieme ai suoi alleati il suo rito più grande. Che manifesta pubblicamente la prova più evidente della propria forza, che è quella di far scegliere al suo popolo, che è il popolo italiano, chi dovrà governare il paese nei prossimi cinque anni se il centrosinistra dovesse vincere le elezioni.

Per gli italiani che sono stufi e stanchi, preoccupati o disperati, ma troveranno la forza per uscire di casa, fare #15minuti di fila, parlando di politica, di sport, o di quello che vorrà il caso o il momento, con altri italiani come loro. E quindi votare per cambiare le cose. Voteremo tutti – ognuno a suo modo – per smettere di lamentarci, disperarci, preoccuparci. Per cambiare.

Per le decine di migliaia di volontari che hanno faticato, faticano e faticheranno parecchio ma lo faranno perché sanno che libertà è partecipazione. Il loro essere facilitatori di partecipazione li rende alfieri della libertà. Che bella parola libertà, che bello potercene riappropriare.

Una festa. Resa possibile da due persone, Bersani e Renzi. Non a caso sono le due persone che si contendono la vittoria. Hanno voluto bene al centrosinistra sfidandosi. E bene farebbero al centrosinistra i pasdaran dell’una e dell’altra fazione fidandosi. Fidandosi dei loro leader e del popolo italiano che porterà uno di loro al successo più evidente, quello di cui lunedì parleranno tutti, aspettando l’esito definitivo del ballottaggio.

A uno di loro il successo più evidente, ma ce n’è uno di cui i media cercheranno di parlare il meno possibile e che noi faremmo bene invece ad urlare all’unisono. Quel successo è il nostro. Noi, il centrosinistra, abbiamo già ottenuto il successo più grande: aver dimostrato all’Italia che esiste anche una buona politica. Aver offerto un’alternativa concreta all’antipolitica.

Io – lo sapete – voterò Matteo Renzi, ma questo è poco importante. Importa che abbiamo già vinto tutti e che il prossimo candidato del centrosinistra alla presidenza del consiglio sarà un leader ancora più forte grazie a tutti noi, ma soprattutto grazie a tutto questo.

Tu che leggi queste righe non farti mancare questa occasione. Vai al seggio registrati e vota. Possono farlo tutti, nessuno escluso. Cambiamo l’Italia insieme.

P.S.: chi non viene perde il diritto al mugugno.

3 comments

  1. Il significato di questo voto è tutto nel rinvio dello sciopero dell’ordine dei giornalisti di domani per la pessima legge sulla diffamazione…su pressione di Bersani e degli altri notabili del PD.Domani serve che tutti i quotidiani tessano le lodi di queste primarie o che comunque ne parlino e che si fotta lo sciopero. Fra qualche giorno PD insieme a PDL voteranno a scrutinio segreto la legge per fare andare al gabbio i giornalisti rei di imbastire qualche inchiesta scomoda. E voi giovani simpatizzanti PD ..potrete tornare a rileggervi questi articoli pieni di entusiasmo e di buoni propositi…che discettano sempre di suggestivi grandi cambiamenti…di rinnovamento e coscienza civile…e potrete chiedervi se sono più nauseanti questi politici che dicono una cosa per farne sempre un’altra….o giornalisti e cittadini comuni..che continuano a reggergli il sacco e fare da palo con la loro propaganda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...