Sul gesto di Livia Turco

Livia Turco è una persona intelligente e ha capito. Dopo le prime dichiarazioni con le quali rivendicava il suo diritto a tornare al suo lavoro di funzionario di partito ha cambiato idea.

Intervistata dal Corriere aveva detto:

Dopo il 15 marzo tornerò al Pd da funzionario, come è normale che sia. Tutti gli ex parlamentari tornano alla loro professione […] Era il mio lavoro da sempre e non so quanto prenderò di stipendio.

In linea teorica la trovo una posizione giusta: non possiamo rivendicare il fatto che uno non può fare il parlamentare a vita e poi protestare se – terminato il suo mandato – torna alla professione precedente. Però l’anomalia che ha fatto notizia in questo caso sta nel fatto che Livia Turco è stata in Parlamento per 26 anni ininterrotti.

E così Turco ha capito che non era il caso e oggi ha dichiarato che tornerà a lavorare per il PD, ma rinuncerà allo stipendio, rimanendo in aspettativa non retribuita. Poi fra due anni andrà regolarmente in pensione.

Il PD da parte sua potrebbe fare un altro bel gesto. Potrebbe cogliere l’occasione che la scelta di Livia Turco ci offre. I soldi risparmiati per il suo stipendio di due anni potremmo donarli per la ricostruzione della Città della Scienza. E da una polemica da quattro soldi potremmo trarne qualcosa di buono.

Il c/c (lo rammento ai miei venticinque lettori) è qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...