Buffon e il bidone dell’immondizia

La frase che Buffon ha rivolto all’arbitro: “al posto del cuore hai un bidone dell’immondizia” è di per sè grave, ma mi interessa il giusto. Mi ha colpito (e preoccupa) invece il ragionamento dal quale il portiere più amato d’Italia ha derivato questa “conclusione”. Secondo lui -riassumo- l’arbitro non doveva fischiare perché la Juve “stava facendo un’impresa”, “si meritava i supplementari” e così invece l’arbitro ha ucciso un sogno per “mania di protagonismo”. Rigore è quando arbitro fischia o -se gli juventini preferiscono una citazione di Agnelli- prendersela con gli arbitri è infantile. Ma i casi sono due: il rigore o c’era oppure no e non darlo per ragioni emotive sarebbe stata una cagata pazzesca.

Quando vi passa la sbornia da incazzatura o l’orgasmo da “eliminazione su rigore dubbio al 93’” (quella che proverbialmente il tifoso poco sportivo augura sempre al tifoso avversario, come chi segue il calcio sa bene); quando vi passa tutto questo, una riflessione seria sulla insensatezza di dichiarazioni come quella di Buffon la proviamo a fare? A prescindere dal merito, infatti, siamo di fronte alla dichiarazione di chi è convinto che le regole possano essere interpretate e non applicate: il cancro che ha ucciso la convivenza civile nel nostro paese.

Ecco perché (comunque la pensiate sulla Juve gli arbitri eccetera eccetera) questa è l’unica riflessione con un senso anche “pro futuro”, tutto il resto già oggi è buono solo per incartare il pesce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...