La lettera di Berlusconi al Corriere è la prova che Forza Italia e Cinquestelle sono più vicini di quanto non dicano

Il Corriere di oggi pubblica una lunga lettera di Berlusconi sulla Siria. La posizione del leader di Forza Italia può essere riassunta in questo ragionamento: “siamo fedeli all’Alleanza atlantica, le armi chimiche sono il male assoluto, ma… ma Assad è un interlocutore più affidabile di molti dei suoi avversari e soprattutto è impensabile una soluzione positiva del conflitto senza il coinvolgimento russo”. Una posizione più “filo russa” di quella di Di Maio è più “filo atlantica” di quella di Salvini, ma compatibile con entrambe, anzi perfettamente baricentrica rispetto alle loro posizioni.

Non credo sia un caso che Forza Italia e Cinquestelle possano trovare la quadra proprio sulla geopolitica: Di Maio e Berlusconi hanno infatti un comune un Link importante. E l’uso della “L” maiuscola non è un errore di battitura.

Chi era il Sottosegretario agli Esteri dell’ultimo governo presieduto da Berlusconi? Vincenzo Scotti.

E chi è la ministra della Difesa indicata da Di Maio prima del voto? La Professoressa Elisabetta Trenta.

E dove insegna Elisabetta Trenta? Alla Link Campus University, dove peraltro tiene corsi anche la ministra in pectore degli Esteri, Professoressa Del Re.

E chi è il Presidente della Link? Vincenzo Scotti, mentore di Di Maio, primo artefice della democristianizzazione del Movimento.

Quasi mai 2+2 fa 4 in politica. Ma a volte si.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...